Diocesi d’Italia

La Chiesa Vetero Cattolica, nasce a Riposto (CT), Sicilia, Italia nell’AD 2017.

Sin dalla sua fondazione è stata un centro di vita e missionarietà Cristiana.

Guidato da sua Ecc. Rev. Leonardo Patanè, Vescovo per la Diocesi Italiana è parte del movimento mondiale della Libera Comunione Anglicana  Internazionale, con sede Vescovile Presidenziale a Londra sotto la giurisdizione del Vescovo Presidente Ronald Lee Firestone, la Diocesi Italiana è parte della Provincia Religiosa Euro-Africa guidata da Sua Ecc. Rev. Mons. David Sanchez il quale ci ha riconosciuto, incardinati, e ci considera parte della Chiesa da Lui guidata.

La Chiesa in Italia svolge attività di pubblico culto utilizzando il rito latino Vetero Cattolico, si occupa delle famiglie in difficoltà, provvedendo per quanto sia possibile ai beni di prima necessità, siamo aperti al dialogo, alle riforme come il presbiterato femminile, la libera scelta di un Ministero celibe ho uxorato per i presbiteri / re, esso è formato da un clero volontario non retribuito che si auto sostiene.

Per quanto riguarda la nostra teologia, ci rifacciamo ai  primi sette concili  ecumenici quando ancora la chiesa era indivisa; non accettiamo il dogma dell’infallibilità papale, ma accettiamo tutta la Scrittura come parola ispirata da Dio e ci rifacciamo alla Dichiarazione di Utrecht; accettiamo il dogma della Trinità, il matrimonio in seconde nozze e le unioni omo-affettive.

La Chiesa mantenere una valida Successione Apostolica, crede nella Transustanziazione, nella Comunione Eucaristica sotto le due specie e amministra i sette Sacramenti. 

Sua Ecc. Rev. Leonardo Patanè, nasce a Giarre il 16/06/1989, dopo la maturità professionale intraprende gli studi Teologici che ben presto conclude con ottimi risultati, così nell’AD 2016 Viene ordinato Presbitero e con suo grande stupore nell’AD 2019 Consacrato Vescovo, la sua Successione Apostolica passa per le mani di Sua Ecc. Rev. Ezio Scaglione Vescovo Vetero Cattolico segnando così nella propria linea di successione dalla sede di Utrecht, fino alla linea di Successione Anglo-Cattolica.